Perché fotografare un paesaggio è così difficile?

come fotografare un paesaggio

Alzi la mano chi non ha mai deciso di fotografare un paesaggio in vita sua, non vi vedo tutti quanti ma sono assolutamente sicuro che ci sono ben poche mani alzate, anzi forse nessuna.
La fotografia di paesaggio è infatti uno dei rami più antichi e sperimentati di questa bellissima arte, un genere che ancora oggi non smette di appassionare e far sognare migliaia e migliaia di fotografi sparsi per tutto il mondo.
Proprio per questo motivo ho pensato di scrivere questo articolo,  dove capiremo perché spesso è cosi difficile fotografare il paesaggio e come ottenere degli scatti con la giusta luminosità in condizioni di luce critica.

Fotografare il paesaggio: la luce

Spesso si pensa che fotografare il paesaggio sia una delle operazioni più semplici che si possano fare con la fotocamera ma ti assicuro che non è assolutamente così.
Infatti si sottovaluta il fatto che per ottenere dei buoni scatti non basta fotografare in automatico ma bisogna conoscere al meglio le basi della tecnica fotografica e anche i suoi limiti.

Uno dei problemi maggiori è infatti quello di non pensare ai limiti tecnici che presenta qualsiasi corpo macchina in commercio.
Come ho dettagliatamente spiegato in questo post, nonostante il progredire della tecnica esistono ancora delle enormi differenze in termini di resa tra il nostro occhio e una macchina fotografica.

Il risultato di questa diversità di percezione è che spesso quando fotografiamo un paesaggio non riusciamo ad ottenere uno scatto che renda giustizia allo spettacolo che abbiamo davanti, soprattutto in termini di resa cromatica e contrasto.
Questo divario diventa sempre più evidente in situazioni di luce critica come per esempio avviene nella fotografia al tramonto, dove le grandi differenze di luminosità possono mandare in tilt il sensore della nostra fotocamera.

fotografare il paesaggio

Fotografare un paesaggio con i filtri fotografici

Per ovviare a questo problema sono nati nel corso degli anni diversi meccanismi da mettere in atto per ottenere foto di paesaggio quanto più veritiere possibili, vediamoli brevemente insieme.

Uno dei metodi più antichi è sicuramente l'utilizzo dei filtri fotografici, in particolare dei filtri gnd.
Questi accessori sono costituiti da lastre parzialmente oscurate che vengono posizionate davanti all'obiettivo in modo tale da bilanciare la naturale differenza di luminosità esistente tra il cielo e la terra.
Usando i gnd riuscirai a recuperare tutti i dettagli nelle zone che in condizioni di scatto normali verrebbero sottoesposte o bruciate dalla luce.

fotografare un paesaggio

Esistono diverse tipologie di filtri, ognuna delle quali si adatta perfettamente a un determinato paesaggio.

Abbiamo per esempio i filtri gnd hard caratterizzati da una netta transizione tra la zona oscurata e quella trasparente, ideali per una linea di orizzonte molto evidente come avviene per esempio nel paesaggio marino.
O quelli soft dove invece abbiamo una transizione molto morbida e sono ideali per un orizzonte frastagliato come quello montano.
E altre tipologie che ho descritto in questo articolo dedicato proprio a questo argomento.

Ti segnalo anche che un altro filtro che può aiutarti nel recuperare la giusta cromatica di un paesaggio è quello polarizzatore, puoi approfondire il suo utilizzo grazie al link correlato.

Fotografare un paesaggio utilizzando la fusione di più immagini

Un'altra tecnica per ottenere fotografie di paesaggio con la giusta esposizione è con l'unione di più immagini tramite un programma di fotoritocco come Photoshop.
Usando questa tecnica in fase di scatto dovrai fare più fotografie a diverse esposizioni in modo tale da avere tutti gli elementi con la giusta luminosità in almeno uno scatto.

Se per esempio stai fotografando un bel prato montano dovrai presumibilmente fare almeno tre fotografie:

  • Una in cui il prato in primo piano risulti correttamente esposto.
  • Due scatti in cui dare la giusta luminosità prima alle montagne e poi al cielo.

Successivamente potrai unire questi scatti senza nessuna perdita di dettaglio, come abbiamo visto per i filtri fotografici.

Su questo punto esistono diverse scuole di pensiero visto che c'è chi sostiene che il risultato finale sia migliore utilizzando i gnd e chi sostiene il contrario.
Secondo il mio punto di vista i risultati con le due tecniche sono molto simili, quello che cambia sono il fatto che in caso di utilizzo di filtri si passa più tempo a fotografare piuttosto che al pc.
Ricordati che comunque una tecnica non esclude l'altra e possono essere combinate in situazioni di luminosità estrema per ottenere risultati ancora più performanti.

Fotografare un paesaggio con uno scatto singolo

Grazie all'utilizzo dei filtri fotografici o alla fusione di più immagini (blending) si ottengono sicuramente i risultati migliori ma se non si vogliono utilizzare questi espedienti, per superare i limiti tecnici della nostra fotocamera possiamo provare con uno scatto singolo ma in questo caso dobbiamo utilizzare qualche accortezza in più rispetto al solito.

Nella fotografia digitale quando si fotografa in condizioni di luci difficile si cerca di sottoesporre leggermente lo scatto per evitare di perdere dettagli di immagine nelle zone delle alte luci.
Si adotta questo stratagemma perché in postproduzione é molto più facile recuperare la giusta luminosità da una zona sottoesposta piuttosto che da una bruciata dalla alte luci.

Per questi motivi quando ti ritrovi a fotografare un paesaggio presta particolare attenzione all'istogramma di luminosità che ormai è presente su tutti i corpi macchina e cerca di mantenere la curva leggermente spostata verso sinistra, in modo tale che non tocchi mai l'asse verticale destro.

Quindi ricordati sempre che la post-produzione anche se da qualcuno è vista come il peggiore di tutti i mali è un'operazione più che necessaria per rendere le nostre foto di paesaggio il più veritiere possibili.
A tal proposito non posso che consigliarti il nostro corso "A Tutta Lightroom" per capire tutti i segreti del programma di fotoritocco più amato dai fotografi di tutto il mondo.

Fotografare un paesaggio con uno scatto singolo

Con questi ultimi concetti si chiude questo capitolo introduttivo alla fotografia paesaggistica, lo scopo di questo breve articolo è stato quello di farti capire le prime difficoltà che dovrai affrontare durante le tue sessioni fotografiche, approfondiremo questo argomento e scopriremo altri consigli per fotografare un paesaggio nei prossimi articoli.
Intanto perché non dai un'occhiata a questo articolo dove parlo dei migliori fotografi di paesaggio dai quali trarre la giusta ispirazione.
Se invece hai qualche dubbio o vuoi semplicemente dire la tua puoi  lasciare un commento su questa pagina.

Condividi subito
>