Bruce Davidson e la Magia della Street Photography

grandi fotografi bruce davidson

Oggi parleremo del grande fotografo Bruce Davidson, un'artista letteralmente senza tempo.
La sua carriera straordinaria abbraccia sei decenni di straordinarie immagini che hanno catturato: la vita quotidiana, le lotte sociali e l'essenza umana in modi che pochi altri fotografi possono rivendicare.
Le sue immagini hanno il potere di raccontare storie straordinarie e spingerci a riflettere sulle sfaccettature più profonde dell'esperienza umana.
Nell'articolo di oggi, esploreremo la straordinaria carriera e il talento di Bruce Davidson, esaminando le sue opere più celebri e il suo impatto duraturo sulla fotografia documentaria.
Un viaggio nel cuore e nell'anima di un artista che ha immortalato: la bellezza, la cruda realtà e la poesia della vita attraverso il suo obiettivo.
Prima di approfondire la conoscenza di questo grande artista ti ricordo il nostro canale Youtube, dove puoi trovare decine e decine di video dedicati alla fotografia e alla post-produzione.
A tal proposito ecco il video dedicato al grande fotografo: Bruce Davidson.
All'interno di questo video puoi trovare le stesse informazioni contenute in questa pagina ma potrai osservare molte più fotografie.
Mentre se vuoi scoprire altri fotografi famosi, puoi guardare questa lista.

La vita del grande fotografo Bruce Davidson

Bruce Davidson è nato il 5 settembre 1933 a Oak Park, sobborgo di Chicago, in una famiglia ebrea di origine polacca.
La sua passione per la fotografia si è manifestata in modo precoce e a soli 10 anni, sua madre gli ha allestito una camera oscura nel seminterrato di casa, dando così inizio al suo percorso fotografico.
All'età di quindici anni, la madre di Bruce si è risposata con un tenente comandante della marina, il quale possedeva una fotocamera Kodak con mirino telemetro.
Davidson ha avuto il permesso di utilizzarla e successivamente, ha ricevuto una fotocamera più avanzata come regalo per il suo bar mitzvah.
Inizialmente ha lavorato come magazziniere presso Austin Camera, dove è stato notato da un fotografo locale di cronaca, Al Cox.
Quest'ultimo ha svolto un ruolo chiave nell'insegnare a Davidson i dettagli tecnici della fotografia, oltre a competenze in illuminazione e stampa, tra cui la tecnica di stampa a trasferimento di colore.

bruce davidson biografia

Gli inizi della carriera fotografica

Le influenze artistiche di Davidson includono nomi illustri come Robert Frank, Eugene Smith e Henri Cartier-Bresson.
A 19 anni ha ottenuto il suo primo riconoscimento nazionale per la fotografia, vincendo nel 1952 il Kodak National High School Photographic Award con un'immagine di un gufo.
A partire dal 1951 ha frequentato il Rochester Institute of Technology.
Nel 1955, ha proseguito gli studi di specializzazione presso la Yale University, concentrandosi su: filosofia, pittura e fotografia
Dopo un semestre trascorso a Yale, Davidson è stato arruolato nell'Esercito degli Stati Uniti, dove ha prestato servizio nel Signal Corps presso il Fort Huachuca, in Arizona, facendo parte del team fotografico della base.
Inizialmente gli furono assegnati incarichi fotografici di routine.
In poco tempo l'editor del giornale della base, riconoscendo il suo talento, chiese che fosse assegnato in via permanente al giornale.
Qui Davidson ebbe una certa autonomia, che gli permise di perfezionare ulteriormente le sue abilità fotografiche.
Dopo il servizio militare, nel 1957, lavorò brevemente come fotografo freelance.
Nel 1958, divenne membro associato dell'agenzia Magnum Photos e un anno dopo, ne divenne membro a pieno titolo.

Offerta
Bruce Davidson: Magnum Legacy
24 Recensioni
Bruce Davidson: Magnum Legacy
  • Orders are despatched from our UK warehouse next working day.
  • Goldberg, Vicki (Autore)
Bruce Davidson
7 Recensioni
Bruce Davidson
  • Cotton, Charlotte (Autore)

Le fotografie di Bruce Davidson

Nei suoi primi lavori, Davidson tendeva a selezionare soggetti insoliti o emarginati dalla società, tra cui: una vedova che viveva in una soffitta di Parigi, un clown nano e una gang di ragazzi adolescenti di Brooklyn.  
Conobbe questa gang durante l'estate del 1959, in coincidenza con la première di "West Side Story," grazie ad un'assistente sociale, entrò in contatto con questi giovani disagiati senza fissa dimora, che si facevano chiamare i "Jokers."
Durante un periodo di undici mesi, li fotografò producendo così "Brooklyn Gang" .

bruce davidson

Un'immagine tratta dalla serie "Brooklyn Gang" di  Bruce Davidson

L'impegno sociale

Nel 1960, Davidson fu invitato da Queen magazine in Gran Bretagna per un periodo di due mesi, durante il quale documentò il carattere unico degli abitanti delle isole dal punto di vista di un americano.
Nel 1961 ricevette il suo primo incarico per fotografare l'alta moda per Vogue, e fu incaricato dal The New York Times di coprire i Freedom Riders nel Sud degli Stati Uniti.
Questo incarico lo portò a intraprendere un progetto documentaristico sul movimento per i diritti civili, così dal 1961 al 1965 documentò gli eventi e gli effetti di questo movimento in tutto il paese.

bruce davidson fotografo

Gli altri progetti fotografici

Il progetto successivo di Davidson, pubblicato nel 1970 come "East 100th Street," documenta un blocco di East Harlem, chiaramente segnato dalla povertà e rappresenta un lavoro ampiamente premiato.
La serie di ritratti ambientali è stata scattata su pellicola di grande formato con una fotocamera a banco ottico. 
Nel progetto Subway (1980-1982), Davidson ha esplorato il mondo sotterraneo delle metropolitane di New York.
Le immagini catturano i passeggeri nelle diverse emozioni e situazioni che si verificano durante i loro viaggi in metropolitana.
L'uso del colore in questo progetto è veramente notevole.
Nella serie Central Park realizzata tra il 1992 e il 1995, Davidson ha esplorato il celebre Central Park di New York City, catturando la varietà di persone e attività all'interno del parco.
Questo progetto riflette la sua abilità nell'osservare la vita urbana e la sua evoluzione nel tempo.
Questi sono solo alcuni dei lavori più noti di Bruce Davidson. La sua capacità di catturare l'essenza umana e documentare le sfide sociali lo ha reso uno dei fotografi documentaristi più influenti del suo tempo.
Le sue opere continuano a ispirare e a educare il pubblico su questioni sociali importanti.

bruce davidson fotografie

Un'immagine tratta dalla serie Subway.

Lo stile fotografico

Lo stile fotografico di Bruce Davidson è caratterizzato da una profonda empatia per i suoi soggetti e una capacità straordinaria di catturare l'essenza umana nelle sue immagini.
Ecco alcuni elementi chiave del suo stile:

  • Ritmo narrativo: questo artista è noto per la capacità di raccontare storie attraverso le sue fotografie. Ogni immagine sembra far parte di una narrazione più ampia, catturando momenti significativi e suscitando curiosità sulle vite dei soggetti.
  • Prossimità emotiva: Le fotografie di Davidson sono spesso caratterizzate da un'eccezionale vicinanza emotiva ai soggetti. Questo crea una connessione tra il fotografo e chi guarda le immagini, consentendo al pubblico di entrare in contatto con le emozioni dei soggetti.
  •  Documentazione sociale: Gran parte del lavoro di Davidson è incentrato sulla documentazione delle comunità e delle persone emarginate. Le sue fotografie rivelano la realtà cruda e spesso sconosciuta di queste realtà, contribuendo a sensibilizzare il pubblico su questioni sociali importanti.
  • Uso della luce: questo artista utilizza la luce in modo magistrale per enfatizzare i dettagli e creare atmosfere emotive nelle sue immagini. La luce può mettere in risalto le espressioni dei soggetti o creare contrasti suggestivi.
  • Composizione accurata: le sue fotografie sono spesso caratterizzate da composizioni ben studiate. Anche quando fotografa momenti spontanei, riesce a comporre l'immagine in modo da attirare l'attenzione su ciò che ritiene importante.
  • Scelta del colore: Anche se Davidson ha lavorato sia in bianco e nero che a colori, il suo uso del colore è notevole. Nelle sue fotografie a colori,  è spesso usato in modo intenzionale per creare impatti emotivi.
bruce davidson subway

Le frasi famose

"La maggior parte delle mie fotografie sono compassionevoli, gentili e personali. Tendono a lasciare che lo spettatore veda se stesso. Tendono a non predicare. E tendono a non presentarsi come arte."

"Sono un fotografo nello stesso modo in cui tu potresti essere un idraulico. Mi piace così."

"La maggior parte dei ragazzi ha un amico. Avevo una macchina fotografica. Ero praticamente un solitario ed ero destinato al fallimento perché non mi interessava altro che scattare foto e svilupparle nella mia camera oscura."

"A quei tempi [1948], essere un fotografo significava in realtà essere una nullità. Mio fratello ha frequentato il college, la scuola di specializzazione, un dottorato. Avevo questa piccola macchina fotografica."

Ultimo aggiornamento 2024-02-23 - Immagini da Amazon Product Advertising API

Condividi subito
>